logo-sorprendimi-umbria

Orvieto

Orvieto è una pittoresca città situata nella verde regione italiana dell’Umbria, celebre per il suo affascinante centro storico, la sua ricca storia e la sua posizione spettacolare su una rupe di tufo che per una combinazione di fattori geologici e strategici hanno contribuito a determinarne la sua posizione. Il tufo è una roccia vulcanica porosa e relativamente morbida che si è formata milioni di anni fa dalle ceneri vulcaniche consolidate. La regione circostante Orvieto, così come molte altre parti dell’Umbria, è ricca di tufo a causa dell’attività vulcanica passata. La roccia tufacea è facilmente lavorabile, il che ha reso possibile agli abitanti di Orvieto scavare grotte e cunicoli sotterranei direttamente nella rupe stessa.

La posizione elevata su una rupe di tufo inoltre ha reso Orvieto un sito difensivo naturale. L’altura offre una visuale panoramica sulla campagna circostante, consentendo ai suoi abitanti di controllare i movimenti dei potenziali invasori. Inoltre, le pareti verticali di tufo della rupe rendevano difficile l’assalto da parte di eserciti nemici, fornendo una difesa naturale. Nonostante la posizione elevata, Orvieto ha accesso a risorse idriche grazie ai numerosi pozzi scavati nel tufo. Questi pozzi sono stati cruciali per la sopravvivenza della città durante i periodi di assedio o di carestia. La presenza di tufo ha influenzato anche lo stile architettonico della città. Molte delle case e degli edifici storici di Orvieto sono costruiti con pietra tufacea locale, conferendo loro un aspetto unico e integrandoli perfettamente con l’ambiente circostante.

Al centro della cittadina spicca una maestosa cattedrale gotica che negli anni è diventata uno dei principali simboli di Orvieto: il Duomo. Costruito nel XIII secolo, il Duomo di Orvieto dedicato a Santa Maria Assunta è rinomato per i suoi dettagli decorativi elaborati, è un vero e proprio capolavoro di scultura gotica con una serie di bassorilievi e statue che narrano storie della Bibbia e della vita dei santi, tra cui il magnifico rosone e i capolavori di artisti rinomati come Luca Signorelli Fra Angelico. L’interno è altrettanto impressionante, con affreschi e opere d’arte di grande valore storico e artistico come la Cappella di San Brizio famosa per gli affreschi realizzati dal Signorelli e dal suo allievo Fra Angelico. Gli affreschi di Signorelli raffigurano scene dell’Apocalisse, inclusa la celebre “Resurrezione dei Morti“, mentre Fra Angelico dipinse scene della vita di Cristo e della Madonna. All’interno del Duomo troviamo anche la Cappella del Corporale che ospita il Corporale del Miracolo di Bolsena, un prezioso reliquiario che conserva un pezzo di lino macchiato del sangue di Cristo, che, secondo la tradizione cattolica, avrebbe sanguinato durante la celebrazione dell’Eucaristia nel XIII secolo, dando origine al Miracolo di Bolsena. L’altare maggiore del Duomo di Orvieto è ornato da un pregevole baldacchino bronzeo realizzato da Arnolfo di Cambio nel XIV secolo. Il baldacchino è sormontato da una croce in cristallo di rocca, e al di sotto si trova un tabernacolo decorato con mosaici. Il pulpito in marmo è un’altra opera d’arte significativa all’interno del Duomo. Realizzato da Nicola Pisano e poi completato dal figlio Giovanni, il pulpito è famoso per i suoi bassorilievi che rappresentano scene della Vita di Cristo.

Orvieto è nota anche per il suo labirinto di grotte cunicoli sotterranei scavati nel tufo. Questi tunnel offrono un affascinante viaggio nel passato della città e nel suo sistema di difesa. Le visite guidate consentono ai visitatori di esplorare Orvieto Sotterranea, e scoprire la sua storia, un mondo situato proprio sotto la città di Orvieto. Le grotte e i cunicoli di Orvieto Sotterranea risalgono a periodi storici diversi; in passato, queste strutture sotterranee avevano molteplici scopi, tra cui la difesa, lo stoccaggio di provviste, la produzione di vino e la lavorazione artigianale. Durante la visita, i punti salienti possono includere antichi pozzicantine storiche, cisterne per la raccolta dell’acqua piovana, resti di mulini e persino rifugi utilizzati durante periodi di guerra. Orvieto Sotterranea offre ai visitatori un’opportunità unica di esplorare un lato nascosto e affascinante della storia di Orvieto, contribuendo a far luce sulle antiche tradizioni e sulle ingegnose soluzioni architettoniche adottate dai suoi abitanti nel corso dei secoli.

Orvieto ospita anche un capolavoro dell’ingegneria e dell’architettura rinascimentale, il Pozzo di San Patrizio. Questo fu costruito nel XVI secolo per garantire un approvvigionamento costante di acqua durante un eventuale assedio; fu commissionato dal papa Clemente VII e la sua costruzione fu supervisionata dall’architetto Antonio da Sangallo il Giovane nel XVI secolo. Il pozzo costruito a doppia spirale consentiva a persone e animali di attingere acqua senza incrociarsi lungo il percorso. La costruzione del pozzo ebbe inizio nel 1527 e fu completata nel 1537. Il nome “Pozzo di San Patrizio” è stato attribuito al pozzo in onore di San Patrizio, il santo patrono dell’Irlanda, a causa della somiglianza con un pozzo leggendario associato alla vita del santo.

Il pozzo di San Patrizio è diventato una delle principali attrazioni turistiche di Orvieto e, oltre alla sua particolare struttura, è anche circondato da diverse leggende che ne amplificano il fascino e la misteriosa atmosfera. Alcune leggende suggeriscono che il pozzo custodisca tesori nascosti, forse deposti durante periodi di guerra o instabilità. Si dice che chiunque riesca a trovare l’accesso ai passaggi segreti possa scoprire antichi tesori nascosti nelle profondità del pozzo. C’è anche una credenza popolare secondo cui il pozzo di San Patrizio sia dotato di poteri magici o protettivi contro il male. Si dice che immergersi nell’acqua del pozzo possa portare fortuna e protezione contro le influenze negative.

Nelle strette stradine e nelle piazze del centro storico di Orvieto ammirando l’architettura medievale, è possibile visitare le botteghe degli artigiani locali per acquistare ceramiche dipinte a mano, tessutigioielli e altri prodotti tipici della zona, fermarsi in un caffè per gustare un gelato o in una trattoria per assaporare la cucina umbra che offre una vasta gamma di piatti deliziosi, tra cui la zuppa di ceci, la porchetta i salumi e i formaggi locali. Non possiamo dimenticare un buon bicchiere di vino bianco: l’Orvieto Classico e approfittare delle numerose cantine della zona per una degustazione speciale! 

orvieto

Vuoi visitare questa città?

Siamo a tua completa disposizione contattaci senza impegno!