fbpx
EnglishFrenchGermanItalianPolishRussianSpanish
Città della pieve

Nel cuore verde dell’Italia, lungo il confine che separa le grandi regioni della Toscana e
dell’Umbria, sorge Città della Pieve un comune italiano della provincia di Perugia in Umbria.
Città della Pieve ha un Centro Storico medievale incastonato su un colle a 508 m s.l.m., dominante
la Val di Chiana
Dalla storia antica e dalla conformazione medievale, questo splendido comune si affaccia sul Lago
Trasimeno e rappresenta uno dei luoghi più suggestivi di Perugia. Città della Pieve ha il potere di
affascinare con i suoi paesaggi armoniosi, i vicoli pittoreschi, gli influssi umbri, toscani e laziali, gli
ottimi sapori.
La parte più caratteristica della città sono i vicoli che formano dei “labirinti” di angoli suggestivi, di
luoghi della memoria, di spazi densi di emozioni che rappresentano ancora oggi punti di incontro e
di vita.
Per visitare l’intero comune vi basteranno poche ore e tra le attrazioni assolutamente da non perdere
vi sono La Rocca, costruita nel 1326 per volere di Perugia e costituita da 5 torri, di cui due sono
adesso mozzate. Accanto alla Cattedrale troverete la Torre Civica, il più antico monumento della
città.  Un altro luogo di grande suggestione è il Vicolo Baciadonne, che entra nel record delle vie
più strette d’Italia. Essendo una città con grandi radici religioso altro monumento da non perdersi è
il Santuario della Madonna di Fatima e la Chiesa di Santa Maria dei Bianchi. All’interno di
quest’ultima è custodita l’opera più importante del Perugino, ovvero “L’adorazione dei Magi”.
Ma vediamo cosa fare in questa bellissima città:
Dal 9 al 20 agosto, Città della Pieve rievoca l'antica caccia del Toro con il Palio dei Terzieri uno
degli eventi più rinomanti in Umbria Nominati per la prima volta nel 1250, i Terzieri hanno origine
dalla suddivisione della città in tre parti; La loro storia e la loro ripartizione è legata all’impianto
urbanistico antico della cittadina, rimasto identico col passare dei secoli. La pianta della città
ricorda la figura di un’aquila e i Terzieri si identificano con le parti dell’animale. Oggi, pertanto, il
centro storico cittadino risulta ripartito nei seguenti Terzieri:
1. il Terziere Borgo Dentro, che sfoggia colori giallo e nero e un emblema contenente la
raffigurazione della Rocca Perugina di Città della Pieve. Il rione evoca l’antico ceto della
Borghesia
2. il Terziere Casalino, l’unico con tre colori: rosso, bianco e blu. Vanta come emblema
l’omonimo Pozzo, cuore del Terziere. Si ricollega alla classe dei “Pedoni”
3. il Terziere Castello, che ha i colori verde e nero, con emblema l’antico castello. Ispirato alla
classe dei “Cavalieri i cavalieri dei Terzieri rievocano l’antica caccia al toro sfidandosi
nell’arte del tiro con l’arco.
Prima della sfida turisti e cittadini possono ammirare il bellissimo corteo storco capitanato dal
gruppo allestito dall’amministrazione comunale e seguito dal Maestro di Scena, dal Portagonfalone,
dagli Armati del Comune e, infine, dai Giudici di Campo. Il corteo è composto da oltre 800
personaggi fra armati, dame, nobili e cavalieri, popolani e mangiafuoco.
Ma è il 15 agosto, in occasione della Festività Cristiana dell’Assunzione di Maria, che si entra nella
fase competitiva vera e propria.
In tale giorno ha luogo il “Lancio della sfida”: i due Terzieri “perdenti” della scorsa edizione
leggono, un bando di sfida rivolto al rione campione in carica; che accetta, anch’esso rispondendo
con la lettura di un proprio bando.

Richiedi Informazioni