logo-sorprendimi-umbria

Arrone

Situato in provincia di Terni, in prossimità delle cascate delle Marmore e proprio in mezzo al territorio della Valnerina, Arrone è considerato uno dei borghi più belli d’Italia perché offre un’affascinante combinazione di storia, architettura medievale e paesaggi naturali mozzafiato. La storia di Arrone inizia alla fine dell’XI secolo, quando un nobile romano di nome Arrone, da cui il paese prende il nome, si stabilì nella zona e costruì il primo nucleo abitativo: un castello fortificato. Ancora oggi, Arrone conserva l’impianto urbanistico medievale del castello, che è oggetto di grande interesse per visitatori e studiosi.

Il borgo è diviso in due parti principali: la “Terra,” la zona più antica situata sulla cima della collina, e “Santa Maria“, un’area più recente sviluppatasi in seguito per accogliere la popolazione in crescita. Il patrono del borgo  è San Giovanni Battista che  viene festeggiato il 24 giugno ed assieme alla rappresentazione del presepe vivente (durante le feste natalizie) presso l’antico castello, è la principale tradizione folcloristica locale. A San Giovanni Battista, è dedicata l’omonima chiesa, costruita nel Trecento celebre per i suoi affreschi del Quattrocento, realizzati da artisti della scuola umbra, influenzati da maestri come Piero della Francesca e Filippo Lippi. Gli affreschi rappresentano figure di santi e sono un esempio significativo dell’arte rinascimentale umbra.

Un’altra chiesa importante è la Parrocchiale di Santa Maria Assunta, risalente al Cinquecento. Situata nel quartiere di recente formazione, questa chiesa presenta una sobria architettura rinascimentale e interni riccamente decorati, offrendo ai visitatori uno spaccato della spiritualità e dell’arte dell’epoca.

Grazie alla sua posizione privilegiata, Arrone è un punto di partenza ideale per escursioni e attività all’aria aperta. Il Parco Fluviale del Nera offre numerosi sentieri per trekking e passeggiate, permettendo ai visitatori di esplorare la bellezza naturale della Valnerina. Durante l’estate, il fiume Nera diventa teatro di competizioni in canoa, che richiamano appassionati da tutta Italia. Uno dei sentieri di trekking più suggestivi parte dal borgo di Arrone e segue il corso del fiume Nera, attraversando il Parco Fluviale del Nera che  offre una grande varietà di flora e fauna, rendendo l’escursione particolarmente piacevole. Durante il percorso, si possono ammirare diversi punti panoramici che offrono viste spettacolari sulla valle e sulle cascate. Il sentiero è ben segnalato e conduce direttamente alle famose Cascate delle Marmore, una delle cascate più alte d’Europa, con un dislivello totale di 165 metri. Le cascate sono uno spettacolo naturale impressionante, create dai Romani per bonificare la pianura reatina e deviare il corso del fiume Velino nel Nera. All’arrivo, è possibile esplorare i vari punti di osservazione delle cascate.

Arrone è anche rinomato per la sua enogastronomia. Le trattorie e i ristoranti locali offrono piatti tipici umbri, preparati con ingredienti freschi e locali. Tra le specialità del borgo ci sono l’olio d’oliva, i tartufi, i funghi e i vini pregiati, che rappresentano il meglio della tradizione culinaria umbra. I visitatori possono gustare questi sapori autentici in un contesto suggestivo, circondati dalla bellezza storica e naturale del borgo. Questo borgo umbro rappresenta un vero gioiello del patrimonio italiano, capace di incantare e affascinare con la sua bellezza senza tempo.

Vuoi visitare questa città?

Siamo a tua completa disposizione contattaci senza impegno!